Vetreria Fuganti

Vetri blindati e sicurezza domestica

  • Autore: FUGANTI ROBERTO
  • 12 dic, 2017
lastre di vetro blindato

Il vetro è un elemento indispensabile nella costruzione di un’unità abitativa: esso è il materiale che consente il contatto visivo tra interno ed esterno, la penetrazione della luce naturale negli ambienti, il ricambio d’aria.

L’equilibrio tra parti cieche (le pareti) e superfici in vetro è uno degli aspetti cui gli architetti dedicano maggiore attenzione. Soprattutto negli ultimi anni, allorché la lezione di geni come Frank Lloyd Wright – uno degli architetti che hanno rivoluzionato la storia di questa disciplina, facendo del vetro un elemento strutturale e non più meramente decorativo – è riaffiorata dopo anni di oblio e oscurantismo, e il vetro è tornato protagonista assoluto della progettazione edile.

Tuttavia il vetro, laddove non opportunamente trattato, è un materiale endemicamente fragile e può rappresentare il vero vulnus di una casa, almeno a livello di sicurezza.

Per rompere un vetro non rinforzato basta un sasso: in quel caso, neanche il più sofisticato sistema d’allarme può garantirci al cento per cento contro il pericolo di un’effrazione, con tutte le spiacevoli conseguenze del caso – un grosso spavento, se siamo fortunati; altrimenti meglio non pensarci.

L'utilizzo del vetro blindato a protezione della casa

Per questo motivo è necessario che le parti sensibili di un’unità abitativa, ad esempio tutte le finestre che aggettano sull’esterno, vengano costruite con vetri blindati.

Questo particolare tipo di vetro è generalmente il frutto dell’assemblaggio di più lastre di vetro lavorate ad altissima temperatura (in genere oltre 700° centigradi) e quindi fatte raffreddare istantaneamente. Lo shock termico dovuto allo sbalzo di temperatura causa nella struttura molecolare del vetro una compressione generale e dunque un indurimento della superficie.

Il vetro trattato in questa maniera si definisce temperato. Le lastre di vetro temperato che concorrono a formare la struttura in vetro blindato sono assicurate tra loro da una materia plastica, in genere il polivinilbutirrale (PVB), un materiale elastico e trasparente dall’indice di rifrazione molto simile a quello del vetro.

Altri utilizzi del vetro blindato

In virtù della sua estrema durezza, il vetro blindato è utilizzato sovente per l’installazione di elementi di sicurezza, come ringhiere o balaustre, o per la fabbricazione di superfici calpestabili. Il miglior vetro blindato, infatti, garantisce lo stesso standard di sicurezza e stabilità del cemento e della pietra viva, con il duplice vantaggio della qualità estetica e della leggerezza strutturale.

Oggi, in vetro blindato vengono realizzate superfici calpestabili di ogni tipo, dalle scalinate alle passerelle: soluzioni come queste sono molto apprezzate in luoghi pubblici come negozi o centri commerciali, ma trovano un’applicazione sempre più sistematica anche nelle abitazioni private.
Autore: FUGANTI ROBERTO 12 dic, 2017

Il vetro è un elemento indispensabile nella costruzione di un’unità abitativa: esso è il materiale che consente il contatto visivo tra interno ed esterno, la penetrazione della luce naturale negli ambienti, il ricambio d’aria.

L’equilibrio tra parti cieche (le pareti) e superfici in vetro è uno degli aspetti cui gli architetti dedicano maggiore attenzione. Soprattutto negli ultimi anni, allorché la lezione di geni come Frank Lloyd Wright – uno degli architetti che hanno rivoluzionato la storia di questa disciplina, facendo del vetro un elemento strutturale e non più meramente decorativo – è riaffiorata dopo anni di oblio e oscurantismo, e il vetro è tornato protagonista assoluto della progettazione edile.

Tuttavia il vetro, laddove non opportunamente trattato, è un materiale endemicamente fragile e può rappresentare il vero vulnus di una casa, almeno a livello di sicurezza.

Per rompere un vetro non rinforzato basta un sasso: in quel caso, neanche il più sofisticato sistema d’allarme può garantirci al cento per cento contro il pericolo di un’effrazione, con tutte le spiacevoli conseguenze del caso – un grosso spavento, se siamo fortunati; altrimenti meglio non pensarci.
Autore: FUGANTI ROBERTO 08 nov, 2017

Chi conosce solo superficialmente le tecniche di lavorazione del vetro e le specificità di questa arte tanto antica quanto nobile, potrebbe avere delle difficoltà nel distinguere del semplice vetro dal più prezioso cristallo.

Si tratta in realtà di due prodotti ben distinti, malgrado le evidenti similitudini e una solida base chimica comune, elementi che contribuiscono a generare una certa confusione. Proviamo a fare chiarezza.
Autore: FUGANTI ROBERTO 18 ott, 2017

Assieme al legno, il vetro è il grande protagonista delle ultime tendenze in termini di interior design: questa bizzarra coppia di redivivi, dati per spacciati troppo superficialmente da sedicenti esperti del settore, sembra aver riconquistato posizioni fino a issarsi nuovamente sulla sommità della classifica dei materiali in grado di cambiare (ovviamente in positivo) il volto di un’abitazione.

Non a caso, dopo un periodo di prolungata eclissi, in cui la ricerca di linee e soluzioni alternative ha finito per oscurare e marginalizzare l’utilizzo di materiali tradizionali, il vetro si è riappropriato della propria centralità, svelando al tempo stesso una duttilità un tempo sconosciuta.
Share by: